Una vacanza trascorsa in una guesthouse sulle isole dei pescatori, le isole abitate dai maldiviani, permette di osservare il lato autentico delle Maldive e di visitare gli angoli meno frequentati dal turismo di massa, a costi più contenuti rispetto ai resort. È però necessario qualche accorgimento in più per godere al massimo del soggiorno con la popolazione locale, ricordando sempre che siamo loro ospiti! Kihinee ha redatto per te una lista di oggetti essenziali per trascorrere una splendida vacanza sulle isole dei pescatori: vediamola insieme!

 

  1. Abbigliamento al ginocchio e T-shirt

 

Le Maldive sono un paese musulmano e, specialmente nei piccoli villaggi, bisogna seguire regole rigide per quanto riguarda l’abbigliamento. Il costume può essere indossato in apposite aree delle spiagge, denominate Bikini Beach, al di fuori delle quali uomini e donne devono avere busto e spalle coperti e pantaloncini o gonne lunghi almeno fino al ginocchio. È necessario quindi portare con sé magliette a manica corta, gonne lunghe o bermuda, meglio se di colore chiaro e in cotone o tessuti naturali, da utilizzare per il tragitto dalla guesthouse alle Bikini Beach, all’interno del villaggio e nelle aree comuni delle guesthouse. Durante le escursioni sulle isole disabitate, sui banchi di sabbia o durante le uscite in barca è invece possibile indossare il costume.

 

  1.  Infradito e scarpette da scoglio

 

Sulle spiagge delle isole dei pescatori è più frequente trovare frammenti di corallo rispetto alle spiagge dei resort, che vengono continuamente ripulite. È consigliabile quindi munirsi di scarpette da scoglio o di infradito, per non tagliarsi con eventuali frammenti nascosti nella sabbia. Un paio di infradito o di sandali sono utili anche per spostarsi all’interno dell’isola.

 

  1. Spray per gli insetti

 

Sulle isole abitate non vengono fatte disinfestazioni, a differenza delle isole destinate ai resort turistici. Uno spray per gli insetti vi aiuterà a proteggervi dalle zanzare, soprattutto durante la stagione umida, da maggio a novembre.

 

  1. Creme, sapone e shampoo biodegradabili

 

Sulle isole abitate spesso non ci sono sistemi di depurazione delle acque reflue e tutto quello che utilizzi finisce direttamente in mare. Impiegando creme e prodotti per l’igiene personale biodegradabili contribuirai alla conservazione della barriera corallina, in quanto i prodotti chimici rallentano e compromettono la crescita dei coralli. Inoltre, i prodotti naturali sono meno aggressivi sulla pelle e limitano la comparsa di reazioni allergiche e sfoghi cutanei.

 

  1. Gocce per le orecchie

 

L’acqua delle Maldive è ricca di plancton, composto in parte da batteri che possono provocare otiti. In casi estremi l’infezione è accompagnata da febbre ed è necessaria una visita medica per farsi prescrivere un antibiotico. I metodi di prevenzione più comuni includono sciacquarsi le orecchie con acqua dolce dopo ogni bagno e utilizzare gocce disinfettanti a scopo preventivo. In alternativa, è possibile impiegare un rimedio naturale, mescolando qualche goccia di olio essenziale di melaleuca (tea tree oil) all’acqua utilizzata per sciacquare le orecchie. Se invece l’infezione è già in atto è consigliabile evitare l’automedicazione e farsi visitare da un medico, dato che esistono diversi tipi di otiti, ciascuna trattata in modo differente.

 

  1. Farmaci soggetti a prescrizione medica

 

I farmaci in valigia potrebbero essere sottoposti a controlli in dogana. Se hai necessità di portare con te farmaci soggetti a prescrizione medica non dimenticare la ricetta con la traduzione in inglese, per evitare, nel caso peggiore, un sequestro e una multa. I farmaci da banco non sono invece sottoposti a controlli e possono essere lasciati ai maldiviani prima del ritorno a casa. Infatti, anche se su ogni isola è presente una farmacia, alcuni medicinali non sono di facile reperibilità.

 

  1. Borraccia

 

L’acqua del rubinetto alle Maldive non è potabile. Portare con sé una borraccia permette di comprare boccioni da 5 litri e ridurre il consumo delle bottigliette di plastica, risparmiando sull’acquisto di acqua minerale. Da ricordare che sotto il sole tropicale è importante mantenersi idratati, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno.

  1. Borsa per i rifiuti di plastica

 

I sistemi di smaltimento dei rifiuti sulle isole abitate sono meno efficienti dei nostri e i rifiuti portati dai turisti possono diventare un vero problema, specialmente quelli di plastica. Per questo motivo, mettere in valigia solo gli imballaggi davvero necessari e riportare a casa quelli vuoti, invece di lasciarli sull’isola, può rivelarsi di grande aiuto per l’ambiente. L’ideale è impiegare contenitori da viaggio riutilizzabili, in particolare per le creme e i prodotti per l’igiene personale.

 

  1. Portacenere portatile

 

I mozziconi di sigaretta gettati in spiaggia e in mare sono altamente inquinanti, rilasciano sostanze tossiche che danneggiano l’ambiente e, se ingeriti da pesci, uccelli e altri piccoli animali, ne possono provocare la morte. Fondamentale quindi per i fumatori munirsi di un portacenere portatile, da portare sempre con sé.

 

  1. Mentalità aperta

 

Infine, se si sceglie di trascorrere una vacanza sulle isole dei pescatori, a contatto con la popolazione maldiviana, è necessario tenere a mente che potreste scontrarvi con differenze nella cultura, nelle abitudini e nei modi di fare, specialmente se si tratta del vostro primo viaggio alle Maldive! Mantenere una mentalità aperta vi aiuterà a comprendere meglio la cultura maldiviana e, se avete qualche curiosità, non esitate a chiedere! La gente del posto sarà felice di raccontarsi.

 

Altri consigli utili

 

  • Wi-Fi: tutte le guesthouse sono ormai dotate di Wi-Fi, che però in alcune strutture è disponibile solo nelle aree comuni. Se non vuoi fare a meno di internet, prima di partire informati direttamente presso la guesthouse in cui alloggerai o contatta il team Kihinee!
  • Telefono: se hai necessità di chiamare o mandare messaggi in Italia, ti consigliamo di acquistare una sim maldiviana all’arrivo in aeroporto. In alternativa, è possibile acquistare una sim sulle isole locali, ma i prezzi sono più alti.
  • Adattatore: la presa utilizzata alle Maldive è di tipo inglese (tipo G). L’adattatore si può acquistare in aeroporto o nei negozi di tutte le isole.
  • Maschera, boccaglio e pinne: indispensabili per gli amanti dello snorkeling, possono essere noleggiati presso le guesthouse o i centri diving, presenti su tutte le isole.
  • Alcol e sigarette: le sigarette sono acquistabili in tutti i negozi, mentre le bevande alcoliche sono vietate per legge sulle isole abitate. È però possibile organizzare trasferimenti giornalieri ai resort o visitare i floating bar, barche adibite a bar dove il consumo di alcol è permesso.

 

Per ultimo, non dimenticare di portare con te tanta voglia di rilassarti, di goderti la natura, di immergerti nel coloratissimo mondo sottomarino maldiviano e, perché no, di fare nuove amicizie!

Hih’heyo kollaathi (buon viaggio).

Federica Pedrazzini

Team Kihinee